venerdì 30 ottobre 2020

MIGHTY FM 12x02 - FENNE LILY "BREACH"


A testimonianza - se ancora ce ne fosse bisogno - dell'ampiezza del nostro range d'interesse e passione musicali, MIGHTY FM si immerge nel mondo indie-folk-rock di FENNE LILY. 23enne inglese di base a Bristol, Fenne cresce nella campagna del Dorset dove a 15 anni inizia a suonare la chitarra dimostrando un talento precoce e innato che la porta subito ad esibirsi dal vivo in locali e festival. L'attività live prosegue senza sosta insieme alla scrittura, con un approccio DIY che sfocia nell'uscita del primo album "On Hold" nel 2018. Il suo stile evolve velocemente passando da delicate ballate folk a canzoni fortemente influenzate dai suoni delle sue contemporanee d'oltreoceano con cui sempre più spesso divide il palco al di qua e al di là dell'Atlantico. Non sorprende quindi che il suo secondo LP "BREACH" segni una grande maturazione anche a livello di contenuti: se il primo lavoro vedeva pezzi composti nell'arco dei 5 anni precedenti - quelli del passaggio dall'adolescenza alla young adulthood -, il nuovo disco denota una nuova maturità e il superamento di blocchi emotivi ed esperienze negative. 
Perché "It's not hard to be alone anymore".
Con Laura Marling, Tamu Massif, Marika Hackman, Lucy Rose, Charlie Cunningham, Bedouine-Waxahatchee-Hurray for the Riff Raff, Dodie, Lucy Dacus, Julia Jacklin, Mitski, Phoebe Bridgers, Frances Quinlan e Angie McMahon.

venerdì 9 ottobre 2020

MIGHTY FM 12x01 - ARCA "KiCk i"


MIGHTY FM torna per la sua DODICESIMA stagione sulle frequenze di Radio Città Fujiko 103.1 e lo fa con quella che nei nostri desideri sarebbe dovuta essere la puntata finale dell'undicesima stagione, la più incostante e 'strana' finora, che forse avrebbe necessitato di un'ulteriore monografia 'pippona' per darle un po' più di consistenza. Perché la materia, l'artista in questione ha un bel peso specifico e forse narrare - come facciamo di solito - la sua vicenda musicale e personale insieme è un compito che non sapremo svolgere in modo soddisfacente MA...ci proviamo. ARCA irrompe nell'ambiente musicale alternativo all'inizio dello scorso decennio con un suono fratturato e minaccioso la cui potenza era amplificata grazie al sodalizio con il visual artist Jesse Kanda. Ai tempi quello di Alejandro Ghersi non era un nome nuovo - perlomeno nella scena venezuelana- , avendo pubblicato tre ep e due album con lo pseudonimo di Nuuro. Precoce e privilegiato, Alejandro nasce e cresce a Caracas (con una parentesi negli USA dai 3 ai 9 anni in cui tornerà 17enne per frequentare la NYU) in quella che ha definito 'una bolla': 'gated community', scuole private, lezioni di piano. Dopo 3 album e numerosi altri output quali compilation, mixtapes e lavori di produzione importanti, questa avventura artistica ed esistenziale in perenne mutamento porta Arca a pubblicare "KiCk i" e Alejandra Ghersi all'assunzione prima dell'identità non-binaria e poi di quella femminile. 'KiCk i' è il suo lavoro più accessibile che però non abbandona totalmente i tratti più 'folli' e stridenti delle produzioni precedenti. Sicuramente pop - per quanto possibile parlando di Arca -, concepito in quanto tale come prima parte di una quadrilogia e caratterizzato per la prima volta dalla presenza di featuring da parte di Björk, Shygirl, SOPHIE e Rosalìa che ascolteremo insieme a Dean Blunt, FKA twigs, Frank Ocean, Kanye West, Kelela e ovviamente Nuuro. Foto Hart Lëshkina

venerdì 3 luglio 2020

MIGHTY FM 11x14 - LA PRIEST "GENE"


MIGHTY FM resta in terra d'Albione per esplorare il mondo solitario e surreale di Samuel Eastgate (aka Sam Dust). Musicista autodidatta precoce e curioso, fonda i Late of the Pier da adolescente e li porta al successo nel 2008 con uno dei dischi migliori della pseudo-scena NU-RAVE, "Fantasy Black Channel". Sperimentatore assoluto (ha anche viaggiato in Groenlandia registrando emissioni di depositi minerali) e alieno alla vita di città, Sam si stabilisce in un villaggio sperduto del Galles e da lì riemerge nel 2015 con lo pseudonimo di LA PRIEST con cui firma il primo disco "Inji". Ad un lustro di distanza LA Priest presenta "GENE", la drum machine progettata e costruita in quasi due anni di lavoro sui cui suoni è stato creato il secondo album da cui prende - giustamente - il nome, uscito a inizio giugno su Domino. Centocinquanta circuiti saldati in casa per sopperire alla rigidità delle macchine esistenti sul mercato, prive di quel margine di errore che dà organicità/umanità al ritmo. Questa la base su cui si appoggiano chitarre funk, bassi gommosi e synth appiccicosi per un suono ancora più personale e straniante: un pop sperimentale, cosmico e psichedelico, figlio di Prince e David Byrne. Con Soft Hair, Xenoula, Thom Yorke, Late of the Pier, Prince, Erol Alkan, Connan Mockasin, Filthy Dukes e Arthur Russell (again!)

venerdì 19 giugno 2020

MIGHTY FM 11x13 - WESTERMAN "your hero is not dead"


Dopo due puntate agli estremi dello spettro musicale di MIGHTY FM, questo nuovo speciale si colloca più meno al centro, alla scoperta dell'art-pop raffinato e retrò di Will WESTERMAN. "Your Hero Is Not Dead" è l'atteso album di debutto dopo diversi singoli ed ep molto apprezzati. Attivo dal 2016 nella vivace scena di West-London, Westerman ha cesellato il suo personalissimo stile unendo le sue radici folk (Neil Young, Nick Drake) al panorama sonoro elettronico creato dal suo produttore Bullion. Dopo l'exploit con la bellissima "Confirmation" nel 2018 (presente nel disco in nuova e più robusta versione), Westerman conferma le aspettative con una collezione di canzoni affascinanti e ipnotiche, risultato catartico di un processo di continua sperimentazione dal lato musicale e di continua riflessione sulle fatiche dell'esistenza dal lato dei contenuti. Politica, morale, relazioni, dolore fisico, ricchezza materiale: aree grigie terreno delle nostre contraddizioni trasformate in melodie confortanti, tra sofisticato soft rock e pop elettronico intimista. "Your Hero Is Not Dead" parla di empatia, compassione e speranza: un disco 'gentile', perfetto compagno per questi tempi incerti. Con Arthur Russell, MT Hadley, Talk Talk, Nilüfer Yanya, Peter Dello, Amen Dunes, The Beach Boys, Bullion, Cocteau Twins...e Hall & Oates.

venerdì 5 giugno 2020

MIGHTY FM 11x12 - ROZA TERENZI "modern bliss"


Dopo la ripresa di MIGHTY FM con una puntata interlocutoria che a mo' di Caronte ci ha traghettati verso una nuova fetta di esistenza, è ora di celebrare la rinnovata - cauta - libertà e la stagione ormai pienamente estiva con un disco che, non a caso, ci arriva dalla abbacinante Australia. La sua creatrice di Katie Campbell alias ROZA TERENZI, dj e producer di Melbourne con un piede a Berlino (ma va'?!). Precoce e prolifica, Katie con lo pseudonimo di Kay Tee pubblica la sua prima canzone - un rap! - a 9 anni, remixato dal papà, percussionista in una band electrodub. Dopo qualche anno di sperimentazione e produzioni electropop con il nome di Catlips, Katie frequenta la Western Australia Academy of the Performing Arts e lancia il progetto Roza Terenzi. Un nuovo pseudonimo che vuole omaggiare l'astrofisica e musicista italiana Fiorella Terenzi, pioniera dell'astronomia acustica, a sottolineare un'attrazione per suoni alieni, extraterrestri. Dopo un'intensa produzione di singoli ed ep (10 in poco più di 2 anni) a metà aprile 2020 è uscito per l'etichetta canadese Planet Euphorique "Modern Bliss". Progressive house, electro, breakbeat, bleep techno ma la definizione che preferiamo è quella di Outsider House: musica liquida, organica, luminosa, eccentrica. Un ascolto fluido ed euforico, avverso ad ogni cupezza. La puntata di Mighty FM meno parlata di sempre (o forse no) per un ascolto denso di tutta la produzione di Katie/Roza e dei suoi amichetti D. Tiffany/DJ Zozi, Sleep D., Sui Zhen & Morgan Wright.

venerdì 22 maggio 2020

MIGHTY FM 11x11 - DOUGLAS DARE "milkteeth"





















C'era una volta febbraio, e poi c'era anche un po' marzo ma poco: tempi perduti nelle nebbie di un passato recente che a ripensarlo ora sembra molto più lontano o invece vicinissimo se accostiamo i lembi dei mesi, annullando quel 'frattempo' sospeso nel mezzo. Tempi in cui MIGHTY FM si era innamorat* di una nuova uscita discografica i cui suoni si accompagnavano perfettamente alla stagione, fornendo anche compagnia e conforto ai nostri animi man mano sempre più turbati. Pensavamo davvero di riuscire ad andare in onda venerdì 13 marzo ma - ça va sans dire - la prima ordinanza e le disposizioni interne hanno bloccato le nostre intenzioni. Avremmo potuto restare sul pezzo ed arrabattarci con una registrazione casalinga di dubbia qualità ma - complice anche il morale non troppo alto - abbiamo soprasseduto. Soprattutto non volevamo fare torto a DOUGLAS DARE e al suo terzo bellissimo lavoro "Milkteeth" che abbiamo ripreso ad ascoltare con rinnovato piacere. Pianista, autore e cantante estremamente dotato, Douglas Dare debutta nel 2013 con un ep seguito l'anno successivo dal primo album "Whelm", pubblicati da una delle etichette più sofisticate del panorama contemporaneo, quella Erased Tapes per cui incidono Nils Frahm, Ólafur Arnalds e Kiasmos, A Winged Victory for the Sullen e Rival Consoles. Dopo un secondo lavoro ("Aforger", 2016), questo terzo disco - non a caso prodotto da Mike Lindsay dei Tuung - sceglie suoni meno 'classici' e cupi e più folk e pastorali costruiti con l'autoharp, strumento che Douglas ha imparato a suonare e che troneggia insieme a lui anche in copertina. Novello (e discinto) aedo/menestrello/cantastorie Douglas, giunto alla soglia dei 30 anni, ripercorre gioie e dolori della sua infanzia passata in una fattoria del Dorset, il più piccolo di una famiglia allargata che voleva sempre cantare e ballare nel suo mondo privato, vestito di rosa... Tra ballate malinconiche à la Buckley, inni alla consapevolezza e filastrocche, "Milkteeth' predilige melodie semplici e quindi immediatamente familiari per raccontare lo spaesamento e l'euforia del crescere 'altr*'. Con Lauren Auder, Tunng, Jonathan Hultén, Perfume Genius, Half Waif, Nils Frahm, Woodkid, Kacey Musgraves, ANOHNI, Dana Gavrenski & Patrick Wolf.

venerdì 24 aprile 2020

MIGHTY FM 11x10 - RADIOROBOTERIERADIO, Best of March 2020



In occasione del weekend pasquale e del 25 Aprile, il collettivo di amici/amori della vita LA ROBOTERIE nelle persone di Gianni e Alessandro, ha deciso di bombardare l'etere con una programmazione radiofonica via web che ha coperto svariati giorni. Da Livorno attraverso la piattaforma Spreaker, La Roboterie ha diffuso decine e decine di contributi da amici e artisti disseminati in tutta Italia e parte dell'Europa: arte, teatro, politica, storia dei movimenti, riflessioni, biografie in musica, playlist per tirarci su di morale e tanti tanti dj set di svariati generi per farci ballare nelle nostre case. Separati ma uniti nell'amore per la musica e il clubbing. In questi tempi strani, dove il distanziamento sociale ha sconvolto le nostre vite, il music business però non si è fermato: le uscite vengono pianificate con mesi di anticipo perciò niente è cambiato in materia di nuova musica disponibile. Come contributo alla programmazione di Radio Roboterie MIGHTY FM - con i suoi scarsi mezzi casalinghi - ha scelto una via facile: abbiamo ascoltato una trentina tra le uscite discografiche tra nomi noti e nomi nuovi pertinenti ad un'area musicale più o meno familiare e abbiamo fatto una selezione che ha dato luogo a due podcast. Uno di impronta elettro-ambient-sperimentale e un altro alt-rock-indie-artpop, per capirsi :) Il tutto presentato, mixato, giustapposto e commentato nella miglior tradizione di MIGHTY FM! Con Daniel Avery & Alessandro Cortini, Sufjan Stevens & Lowell Brams, Christian Löffler, Ultraista, Kleerup, Four Tet, Las Kellies, Morrissey, Lauren Auder, Sorry, jennylee, Austra e Cold Cave.