martedì 29 novembre 2016

MIGHTY FM 8x06 - MEXEFEST 2016, LISBOA


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST
Portogallo paese del nostro cuore e paese pieno di musica. Non è un cliché, un luogo comune: nonostante la popolazione e l'estensione modeste, la nazione lusitana trabocca di musicisti e artisti in generale e la fruizione della musica è un'attività popolare generalizzata e soprattutto intergenerazionale. A partire dall'accessibilità dei prezzi dei festival - spesso preferiti come alternativa alle ferie/vacanze più costose - la tradizione festivaliera copre ogni stagione e genere. Come diciamo spesso a MIGHTY FM, quello che per noi è 'alternativo' o di nicchia qui (perché qui siamo in questo momento) aggrada ai più, l'età media è significativamente più alta e - soprattutto ai grandi eventi estivi - non è affatto raro vedere gruppi familiari composti da coppie attempate con figli accasati e nipoti in carrozzina. Detto ciò passiamo a dire che la Vodafone in Portogallo (anche attraverso una stazione radio, Vodafone FM, la cui programmazione musicale è molto simile a quella di Radio Kairos ;)), sponsorizza due grandi eventi musicali: lo storico festival di Ferragosto a Paredes de Coura, nel nord del paese e da qualche anno il Mexefest, eminentemente autunnale ed urbano a Lisbona. Il concetto è muoversi (dal verbo mexer) da un luogo all'altro lungo l'asse di Avenida da Liberdade che congiunge il grande parco Eduardo VII in collina con la Baixa verso il fiume Tejo o Tago che dir si voglia. E i luoghi in questione sono simboli della vita culturale della città (il cinema São Jorge, il Teatro Tivoli, il Coliseu dos Recreios ecc.) e spazi adibiti a sale concerto come la meravigliosa sala ottocentesca della Sociedade de Geografia, il garage dell'ente che gestisce le risorse idriche o - particolarmente suggestiva - l'area esterna della stazione di Rossio. E per non stare neanche un momento senza musica, band e dj si esibiscono anche sul bus navetta che corre lungo il suddetto asse o in altre piazze adiacenti. L'edizione 2016 si è svolta il 25-26 novembre scorso e la playlist che MIGHTY FM propone a posteriori condensa quello che abbiamo visto e che più ci è piaciuto, ecco. Con The Invisible, Baio, Ganso, NAO, Sunflower Beans, Jagwar Ma, Meg Baird, Gallant, Kevin Morby, Elza Soares, Whitney, Octa Push e Branko.

giovedì 17 novembre 2016

MIGHTY FM 8x05 - HIS CLANCYNESS "isolation culture"


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST
E' con estremo piacere ed un po' di soggezione che MIGHTY FM dedica la sua ultima monografia a HIS CLANCYNESS, uno dei migliori prodotti d'esportazione di Bologna, mortadella e tortellini esclusi. Ma se le coordinate geografiche sono emiliane quelle anagrafiche e musicali toccano le sponde canadesi (e lo sciroppo d'acero, per mantenere i paragoni gastronimici) perché l'input principale - intuibile anche dal nome della band - viene da Jonathan Clancy, musicista puro. Sì perché negli ultimi 15 anni Jonathan non ha mai smesso di suonare, scrivere testi, comporre musica, andare in tour, e sfornare dischi attraverso tre incarnazioni: Settlefish, A Classic Education e His Clancyness. Iniziato infatti come progetto solista durante l'attività di A Classic Education, Sua Clancytà o Clancytudine si è trasformato presto in un quartetto che nella sua forma attuale e speriamo definitiva è una vera macchina da guerriglia indierock'n'roll. "Isolation Culture" arriva dopo l'ottimo "Vicious" del 2013 in cui era già contenuta tutta l'esperienza passata e i molteplici influssi della musica "alternativa" degli ultimi 50 anni, da Bowie e Reed fino alle scene indie di Brooklyn e Toronto, il tutto amalgamato dalla innata capacità di JC di fare canzoni, abbiano esse un tono punk, garage, psichedelico, new wave, motorik, glam o anche twee. Insieme a Giulia Mazza (già A Classic Education, autrice di foto e artwork della band), Jacopo Beta Borazzo (già Disco Drive) e Nico Pasquini (Buzz Aldrin, Stromboli pasando per Fake Samoa), Clancy ci presenta un lavoro che contiene tutte le influenze note distillate in un suono ormai riconoscibile come proprio, quasi un concept album sulle modalità di interagire contemporanee, sull'essere costantemente connessi ma in fondo soli nella fruizione degli innumerevoli stimoli che ci bombardano, sia di contenuto culturale che meramente commerciale. Ecco. E con lo stesso spirito con cui His Clancyness chiamò altre band amiche sul palco del Locomotiv nel 2014, a MIGHTY FM vogliamo fare una piccola celebrazione della buona musica che nasce dalle nostre parti affiancando agli ovvi Settlefish e A Classic Education, Giardini di Mirò, GIUNGLA, Stromboli, Hallelujah! e Melampus, più Broken Social Scene, Kurt Vile, Hookworms, Deerhunter e Swell Maps!

giovedì 27 ottobre 2016

MIGHTY FM 8x04 - CLUB to CLUB FESTIVAL 16, TORINO


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST

E' con grande entusiasmo e anticipazione che MIGHTY FM si proietta a Torino per parlare e soprattutto ascoltare gran parte degli artisti della 16ma edizione di Club to Club, punta di diamante dei festival italiani dedicati alle nuove frontiere della musica elettronica, tra scene emergenti e avanguardie passate e presenti senza dimenticare le mutazioni del pop contemporaneo. Da mercoledì 2 a domenica 6 novembre Club to Club occuperà spazi gloriosi con la grande inaugurazione presso la reggia sabauda di Venarìa, spazi post-industriali come quelli di Lingotto Fiere e spazi urbani come il quartiere multietnico e centro pulsante della nightlife torinese San Salvario. Una linea artistica radicale e futuristica rappresentata da artisti che espandono e scardinano i confini dei generi musicali - se ancora ha senso parlare di generi se non come vago punto di partenza - catapultandosi oltre e gettando le basi per altri e sorprendenti sviluppi. A nomi storici come Swans, Autechre e Dj Shadow si affiancheranno agitator* rivoluzionar* come Arca e Elysia Crampton, nomi emergenti di nuove subculture musicali dalla Svezia al Sudafrica, esibizioni speciali come quelle di Arto Lindsay e Junun con (anche) Jonny Greenwood. Presente il contingente canadese con Daphni, Junior Boys e Jessy Lanza, quello britannico coi portabandiera Jon Hopkins e Andy Stott seguiti dalle nuove leve Powell, Koreless e Mura Masa senza dimenticare il drappello italiano con Populous, Jolly Mare, Ghali e Nan Kolè. Inserita nell'ambito di Contemporary Art Torino+Piemonte - la fiera Artissima si terrà all'Oval, proprio dietro a Lingotto Fiere - Club to Club proporrà per il terzo anno il ciclo di incontri, workshop e proiezioni di Absolut Symposium e il bloc party domenicale curato da Warp Records. Cercando sempre di essere massimalist* come solo MIGHTY FM sa essere, oltre a quasi tutti i summenzionati ascolteremo Anna Von Hausswolff, Nick Murphy (ex Chet Faker), Fatima Yamaha, Toxe, Amnesia Scanner, Lafawndah, Forest Swords, Tim Hecker, M.E.S.H., Gaika, Tim Hecker, DJ LAG, One Circle e L-VIS 1990...BOOM! www.clubtoclub.it

giovedì 20 ottobre 2016

MIGHTY FM 8x03 - a PETER MURPHY tribute


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST
Chi non ricorda la lunga sequenza iniziale di The Hunger, monopolizzata dalle movenze animalesche e dallo sguardo ipnotizzante di Peter Murphy? Quasi 40 anni sono passati da quando venne convinto quasi a forza ad entrare nei Bauhaus e quindi nella storia delle subculture giovanili di fine '900, o meglio e a pieno titolo, nella storia della musica e del costume. Un flusso di produzione costante, dal primo progetto post-Bauhaus con Mick Karn ai suoi molteplici lavori solisti succedutisi con (relativa) regolarità fino all'ultimo album, "Lion", del 2014. "Padrino del Goth", il physique du rôle perfetto della creatura notturna, inquietante, vampiresca: dal summenzionato film al cameo in "Twilight - Eclpise", nonché modello per il Corvo dell'omonimo fumetto. Peter Murphy, concentrato di carisma e mistero, ha convertito progressivamente l'aura 'maledetta' dell'inizio in quella da moderno sciamano. Ma la notizia fondamentale e la ragione di questo percorso lungo il viale della memoria è che Peter Murphy comes to town e forse mai avremmo pensato di poterlo vedere così da vicino nella data bolognese del suo 'Stripped' tour, un'esibizione semi-acustica che ripercorre la sua carriera. Un evento che merita quindi una puntata tributo di MIGHTY FM, prima nel suo genere. Quando, dove? Mercoledì 26 ottobre @ LOCOMOTIV CLUB Bologna ma prima su Radio Kairos ;) Con Bauhaus, Dalis Car, Japan, This Mortal Coil, Dead Can Dance, Nine Inch Nails, Cult, David Bowie e...Duran Duran.

giovedì 13 ottobre 2016

MIGHTY FM 8x02 - INDIE PRIDE, indipendenti contro l'omofobia 2016


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST
L'omofobia è una cosa brutta, la musica indipendente è una cosa bella: da qui il naturale passo di convogliare più realtà musicali possibili - prevalentemente italiane - sotto la bandiera della lotta all'omofobia. L'idea nasce nel 2012 e giunge quindi all'importante traguardo della quinta edizione che si svolgerà al TPO di Bologna sabato 22 ottobre. La 'mission' di un combattivo gruppo di donne che ha deciso di unire la promozione musicale alla militanza è semplice e chiara: "Indie Pride – Indipendenti contro l’Omofobia è l’associazione italiana attraverso la quale artisti e addetti ai lavori del mercato discografico si uniscono per dire basta all’omofobia e al bullismo, in supporto ai diritti LGBT, attraverso eventi musicali sul territorio." E questo hanno fatto col supporto di molte realtà bolognesi e nazionali, dalle etichette discografiche ai club, dalle radio ai magazine musicali. Radio Kairos stessa è da sempre al fianco di Indie Pride e quest'anno darà ancora più consistenza alla sua media partnesrhip: la serata andrà in onda in diretta streaming ascoltabile sul sito www.radiokairos.it e naturalmente via radiolina sui 105.85 mhz in città. In preparazione e supporto all'evento di sabato 22 (da ricordare la serata che ahimè ci siamo pers* a giugno in occasione del Biografilm Festival con Niagara, L I M e Giungla), l'ultimo appuntamento di finanziamento si svolgerà venerdì 14 ottobre al Barattolo di Via del Borgo di San Pietro con il live di Fiorino.. Ma chi si esibirà invece sul palco del TPO? Ci saranno Nada con ...A Toys Orchestra, Pierpaolo Capovilla, Giorgieness, Erio, La Rappresentante di Lista e i dj set caciaroni di Garrincha Soundsytem con KEATON e i Teppa Bros e tutti ce li ascolteremo facendo anche due chiacchiere con chi questa bella cosa la organizza.

martedì 4 ottobre 2016

MIGHTY FM 8x01 - roBOt FESTIVAL 09 'what comes next'


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST
MIGHTY FM inaugura la nuova stagione con un appuntamento ormai tradizionale del caldo mese di ottobre, il roBOt Festival. Ci sono state vertigini, poi ricordi perduti ed infine accelerazioni che hanno portato nel 2015 ad una battuta d’arresto, ad una pausa di riflessione. Solo temporanea però. Ed è da qui, dal caso del ‘buco’ economico a consuntivo dell’edizione 2015 che tanto scalpore ha fatto nella nostra – in fondo – provincialotta Bologna, che l’associazione Shape riprende il suo cammino di ricerca lungo quelli che, da sempre, sono i contenuti portanti della rassegna: i percorsi digitali che attraversano musica ed arte. La metafora del reboot, operazione di “riavvio di un computer resasi necessario a seguito di azioni che hanno compromesso la stabilità o le prestazioni della macchina” viene proposta anche nell’accezione in cui viene usata nel campo dei prodotti di entertainment audiovisivo, ovvero un nuovo inizio in cui stessi attori agiscono in altri contesti e altre trame. Dopo tale doverosa premessa entriamo finalmente nel vivo della notizia ovvero che da mercoledì 5 a sabato 8 roBot Festival animerà gli spazi dell’Ex Ospedale dei Bastardini e – per la festa di chiusura – del Cassero. La sperimentazione nel campo dell’interazione tra suono e tecnologie digitali è sempre stato un tratto distintivo della rassegna accanto alla presenza di grandi nomi del clubbing di sicuro richiamo: quest’anno il tema portante è WHAT COMES NEXT, quali sono i suoni e “i grandi nomi di domani, intercettati nell’istante immediatamente precedente all’esplosione”. Tra gli eventi che vogliamo segnalare, la mostra fotografica “Beyond The Noise” in collaborazione con Red Bull Academy, l’esclusivissimo e già sold out SLEEP CONCERT: “The Repetition of Dreams” di Rabih Beaini, il progetto LiveSoudtracks a cura dello stesso Beaini con Vincent Moon e la mostra “WHO” di Cinzia Campolese alla galleria Adiacenze (in esposizione già 28 settembre). Sì, ma la musica? Da ballare o ascoltare in pura contemplazione? Oggi a MIGHTY FM illustreremo tutta la programmazione musicale ascoltando pezzi di Aurora Halal, Beatrice Dillon, Space Dimension Controller, Hieroglyphic Being, Fabrizio Mammarella, Peggy Gou, Evil Twin, Paolo Iocca, Volwerk Folletto, Nas1, Dwarves of East Agouza, Presente, Lumsokea, Verotika, Nicola Ratti, Petite Singe, Mop Mop, Inner Lakes, Primitive Art, Nudge, Stingray 313, Route 8 & The Analogue Cops. Reboottiamoci, su!

giovedì 30 giugno 2016

MIGHTY FM 7x20 - SEXTO 'NPLUGGED 2016


FAI CLIC DESTRO PER SCARICARE IL PODCAST
Siamo giunt* alla fine di questa stagione radiofonica e la chiudiamo in bellezza parlando di una rassegna a cui MIGHTY FM è molto affezionat*, SEXTO'NPLUGGED. Nato e prosperato nel piccolo paese di Sesto al Reghena in provincia di Pordenone al limite col Veneto, il festival da 11 anni propone un cartellone alternativo e raffinato, coniugando proposte folk-acustiche con artisti di stampo più 'sinfonico-orchestrale', complice la specialissima cornice di Piazza Castello in cui si svolgono i concerti. Non a caso il motto dell'evento è 'quando il luogo determina la musica', grazie all'atmosfera raccolta e suggestiva creata dallo spazio in cui spicca il complesso abbaziale. I nomi in cartellone quest'anno saranno - a partire dal 5 luglio - Glen Hansard con The Lost Brothers, Kings of Convenience, The Lumineers, Josh T. Pearson con Ry X e, per finire in bellezza, Daughter con Public Service Broadcasting. Ne parleremo con l'organizzatore Daniele Terzariol ascoltando tanta bella musica!